Auto del futuro con Muller

Auto del futuro con Muller

Se mai vi chiedessero di pensare a dei mezzi di locomozione, o comunque a degli strumenti utili per spostarvi e per recarvi da un posto all’altro, quali sarebbero i primi a venirvi in mente?

Chiaramente, facendo un rapido elenco, esso potrebbe risultare piuttosto lungo e, senza ombra di dubbio, anche molto variegato. Pensiamo ai treni, per esempio: certo, fino ad alcuni anni fa non erano propriamente la più grande comodità della vita, ritenuti spesso antidiluviani e molto scomodi, oltre che sporchi e saturi di gente. Ad oggi, invece, la situazione è migliorata in maniera abbastanza netta: Trenitalia, storico gestore delle ferrovie del Belpaese, ha introdotto numerosi vagoni di una certa classe, puliti, moderni, e soprattutto molto veloci, come i Freccia Rossa, i Fraccia Bianca ed i Freccia Argento. E che dire, poi, di Italo, nota anche come Nuovo Trasporto Viaggiatori, la compagnia che, fra i propri fondatori e principali uomini chiave, vede il noto imprenditore Luca Cordero di Montezemolo? Proprio della comodità, della velocità e della pulizia, Italo ha fatto un vero e proprio cavallo di battaglia, nonostante anche i prezzi, sfortunatamente, siano spesso considerati un po’ troppo alti.

Abbiamo, poi, anche altri mezzi piuttosto classici, come gli aerei, che naturalmente sono più adatti per coprire delle distanze particolarmente lunghe, specialmente quelle transoceaniche. E che dire, inoltre, dei meAuto del futuro con Mullerzzi di trasporto cittadini: le varie linee degli autobus, o quelle dei tram, o ancora, meglio, le varie metropolitane? Che, pur se in Italia, fino a qualche tempo fa, non avevano avuto un seguito così importante, negli ultimi anni, finalmente, stanno ritagliandosi i loro spazi importanti, specialmente come nelle grandi città come Roma, Milano e Torino, che stanno fungendo un po’ come degli apripista nei confronti delle varie linee della metropolitana.

Certamente, però, nell’immaginario collettivo, nulla di tutto ciò potrà mai sostituire del tutto la portata e l’importanza, a livello propriamente mondiale, che hanno le automobili. Quasi ogni famiglia italiana, ad oggi, possiede almeno una propria autovettura, un mezzo di trasporto veloce, pratico e comodo, che permette di coprire soprattutto brevi e medie distanze con notevole facilità.

L’automobilismo, nella pratica, è una sorta di universo, di microcosmo a sé stante dalla storia ultrasecolare, e nel corso dei decenni ha fatto dei veri e propri passi da gigante, divenendo sempre più avanzato dal punto di vista non soltanto della tecnologia, ma anche del design.

Ed ecco che, proprio parlando di automobili e veicoli che hanno la grande ambizione di proiettarsi nel futuro, spunta un vero e proprio colosso del settore, come Volkswagen Aktiengesellschaft, nota ai più semplicemente come Volkswagen AG. Società tedesca dalla rilevanza praticamente planetaria, di recente è stato proprio uno dei suoi uomini chiave, l’amministratore delegato Matthias Muller, a lanciare un’iniziativa particolarmente interessante.

Design automobiliMuller, infatti, ha annunciato che Volkswagen si sta impegnando nell’apertura di tre centri, noti come Volkswagen Group Future Center, che tra le altre cose proveranno proprio a gettare le basi per la creazione dell’auto del futuro. Uno di essi si trova in Germania, a Potsdam, ed è già stato aperto, mentre gli altri due vedranno presto la luce rispettivamente in California ed in Cina.

Un progetto sicuramente ambizioso, e che si proporrà di lanciare l’automobile nell’era del digitale.


Comments are closed.