Arredamento bagno

Arredamento bagno: i rivestimenti alternativi

Arredamento bagno: i rivestimenti alternativi

Il bagno, si sa, è certamente la stanza più intima, e forse la più importante, di una intera abitazione. Chiaramente, a seconda degli spazi e delle esigenze di ognuno, sono molti gli elementi che si possono far installare nel proprio bagno: con delle grosse disponibilità economiche, ad esempio, è possibile acquistare ed installare una vasca idromassaggio, o persino una doccia ad idromassaggio. Molti, addirittura, avendo a disposizione un bagno piuttosto ampio e dotato dei giusti spazi, sfruttano anche la stanza a mo’ di lavanderia, mettendovi una lavatrice e, perché no, anche un’asciugatrice.

Insomma, a seconda dei propri gusti, delle proprie esigenze, dei propri spazi e delle proprie disponibilità, il bagno, benché secondo alcuni non sia così, può diventare un luogo estremamente personalizzabile. E sebbene risulti difficile riuscire a personalizzare un bagno e a renderlo un po’ più compatibile e più affine rispetto ai propri pareri, in realtà la cosa non è poi così complicata.

Difatti, se noi ad esempio pensiamo ad un bagno, e più in particolare ai rivestimenti di un bagno, la prima cosa che ci viene in mente sono le piastrelle di ceramica. Certamente, siamo fin troppo abituati a pensare ad un bagno come ad un luogo creato unicamente per espletare alcuni bisogni principali, mentre in realtà, con ad esempio una vasca ad idromassaggio, esso può anche diventare un ruolo di relax, dove riprendersi dalle fatiche del lavoro o dello studio.

Non è strano, quindi, che nella nostra mente, quando pensiamo ad un bagno, il nostro pensiero corra subito alle mattonelle di ceramica, che poi è praticamente il materiale principe utilizzato per rivestire tale stanza: si sa, il bagno è spesso soggetto ad alcune intemperie, è una stanza nella quale è più che possibile che si crei una certa condensa o umidità, dal momento che vi scorre molta acqua.

Arredamento bagnoTuttavia, le piastrelle di ceramica, per quanto siano apprezzatissime e, talvolta, possano fungere anche da elemento decorativo (nel caso in cui, ad esempio, riescano a realizzare dei design e dei motivi particolari), per quanto diffusissime, non sono le uniche cose che si possono utilizzare per rivestire le pareti di un bagno. Certo, esse sono molto comode, ma c’è chi non le apprezza, o comunque, casomai si volesse ricorrere ad una ristrutturazione (o ad un rinnovamento) del proprio bagno, bisognerebbe poi cambiarle praticamente tutte quante.

Ecco perché esistono varie alternative alle piastrelle di ceramica, alcune delle quali piuttosto fantasiose e anche molto interessanti. Una fra le idee più originali e più innovative, a tal proposito, ad esempio, prevede l’utilizzo di nuove carte da parati. Fino a qualche anno fa una cosa del genere sarebbe stata sicuramente impensabile, poiché il bagno, come dicevamo prima, è una stanza spesso soggetta all’umidità e all’acqua, letale per un elemento fragile come la carta da parati. Tuttavia, le particolari carte da parati di cui parlavamo poc’anzi, sono state realizzate con particolari materiali impermeabili, fungendo come vere e proprie guaine oltre che come elementi puramente decorativi.

Arredo bagnoChiaramente, non è tutto qui: un altro materiale particolarmente interessante, soprattutto per la propria versatilità, è certamente la resina. La quale, peraltro, è capace di garantire anche una certa impermeabilità, una cosa che sicuramente non guasta, dal momento che, come abbiamo anche ribadito poc’anzi nel nostro discorso, il bagno tende a soffrire parecchio delle problematiche relative all’acqua ed all’umidità.

Una buonissima alternativa alla resina, dalle peculiarità analoghe, può essere sicuramente quella rappresentata dal cemento, o perfino dalle malte cementizie. Un’altra possibilità interessante è senza dubbio il tadelakt, un rivestimento a base di calce particolarmente diffuso nei paesi arabi come il Marocco, ma che da qualche tempo a questa parte stanno trovando grandi apprezzamenti anche in Occidente. Particolarità del tadelakt è che anch’esso è impermeabile, per cui si presta sicuramente bene ad un ambiente come il bagno.


Comments are closed.